Tutti i tipi di ellittica con spiegazioni, istruzioni e video

Hai provato un’ellittica in palestra e stai pensando di acquistarne una da tenere in casa sempre a tua disposizione per degli allenamenti intensi e completi?

Ottima idea!

Tuttavia, esistono tantissimi diversi modelli di ellittica e orientarsi non è sempre semplicissimo, soprattutto se non sei un esperto del settore. Nelle prossime righe ti parleremo dei diversi modelli di ellittica, delle loro diverse funzionalità e delle caratteristiche che li contraddistinguono. Potrai così acquistare il modello che ritieni più adatto alle tue esigenze, al tuo fisico e al tuo livello di partenza.

Buona lettura!

Perché acquistare un’ellittica?

Tagliamo la testa al toro e partiamo subito con il perché questo attrezzo sia così consigliato e apprezzato da principianti e sportivi a vario livello.

Innanzitutto, è uno dei migliori attrezzi, tra quelli pensati per l’esercizio fisico indoor, in grado di garantire un allenamento efficace sia per i principianti assoluti sia per gli sportivi più intrepidi. Inoltre, a differenza di altri attrezzi simili come il tapis roulant o la cyclette, l’ellittica offre la possibilità di un allenamento completo che, alla sollecitazione dei gruppi muscolari della parte bassa del corpo, aggiunge la sollecitazione dei muscoli della parte alta.

L’acquisto dell’ellittica può inoltre rivelarsi risolutivo per tutti coloro che dovessero soffrire di problemi articolatori, ossei o muscolari. L’allenamento è infatti più delicato rispetto a una corsa tradizionale, soprattutto perché riduce notevolmente lo stress da rimbalzo che spesso affligge schiena, ginocchia e caviglie.

Insomma, si tratta di uno strumento che può essere usato per rimettere in sesto la propria forma fisica, per accompagnare un processo di riabilitazione o per consentire a chi era appassionato di corsa, ma non può più praticarla perché troppo aggressiva a livello articolatorio, di continuare a fare qualcosa di simile.

In ultimo, l’ellittica è un attrezzo che in sé unisce il richiamo a due tipologie di sport diverse: la prima è la corsa, grazie al movimento ellittico tracciato dai piedi, mentre la seconda è lo sci di fondo, grazie al contemporaneo e alternato movimento di braccia e gambe.

I benefici garantiti dall’ellittica

Una volta che avrai acquistato l’ellittica per uno o più motivi appena elencati, potrai ricavarne anche dei benefici aggiuntivi.

Potrai per esempio calibrare su di te e sulle tue esigenze l’alternanza di esercizi cardio con varianti più mirate alla tonificazione e al rassodamento muscolare. Inoltre, pur potendo effettuare dei workout completi, allenando sia la parte bassa sia la parte alta, puoi decidere di tenere a riposo le braccia ogni qual volta lo vorrai, concentrandoti maggiormente su addome, glutei, cosce e polpacci.

I benefici riguardano anche gli apparati respiratorio e cardiocircolatorio, che miglioreranno pian piano che verrà aumentata l’intensità degli esercizi. A essere sollecitato sarà il metabolismo aerobico e anche un certo dimagrimento, sebbene questo venga innescato soprattutto al raggiungimento di un livello atletico superiore.

Anche il cuore ne trarrà un certo beneficio, potendo contare su una maggiore ossigenazione.

E non dimenticare l’importanza dell’esercizio fisico dal punto di vista psicologico!

Com’è fatta un’ellittica?

Tutte le ellittiche, a prescindere dal brand, dal costo e dal modello, sono costruite a partire dalla stessa struttura di partenza.

L’ellittica che sceglierai avrà sicuramente due pedali, due manubri mobili, uno o due manubri fissi, un volano, un sistema di trasmissione e uno di frenaggio, una console e un pannello di controllo.

A seconda di come si scelga di sviluppare questa struttura di base, si otterranno modelli diversi non solo da un punto di vista economico, ma anche circa l’effettivo funzionamento dell’ellittica stessa.

I diversi modelli per ampiezza di falcata

Una delle prime caratteristiche da valutare al momento della scelta del modello di ellittica riguarda la falcata, ovvero l’ampiezza del movimento dei pedali.

Durante l’uso dell’ellittica, infatti, il movimento deve rimanere costante, fluido e ampio. La presenza di eventuali interruzioni, strappi o movimenti improvvisi dei pedali potrebbe compromettere i benefici dell’intero allenamento.

Considerando le dimensioni della falcata, esistono tre diversi modelli di ellittica:

  • quelli inferiori al metro
  • quelli che arrivano a 30m/1.50m
  • quelli superiori al metro e mezzo

Le ellittiche dalle dimensioni inferiori al metro sono le più economiche, ma anche le più sconsigliate. La falcata, infatti, è troppo corta e il movimento poco fluido. Una volta deciso di investire in un attrezzo di questo tipo acquista un’ellittica che costa un po’ di più, ma che funzioni a dovere.

Il modello di ellittica che invece arriva a un massimo di 1.50m è adatto a chiunque abbia un’altezza inferiore a 1.80m. Se sei più alto, invece, opta per un’ellittica dalla falcata superiore al metro e mezzo, così da poterla usare agevolmente.

Ellittica front drive vs ellittica rear drive

Una volta appurata la falcata migliore per la tua altezza, dovrai scegliere tra un modello di ellittica front drive o un modello rear drive.

La differenza è tutta nella collocazione del volano: nei modelli front drive si trova nella parte anteriore, mentre in quelli rear drive è collocato posteriormente. Ma cos’è il volano? Si tratta del disco che trascina la rotazione in base al movimento dei pedali.

Il modello front drive è consigliato per chi volesse avere la possibilità di svolgere degli allenamenti molto più intensi e allo stesso tempo più comodi; la presenza anteriore del volano, per esempio, consente uno spazio maggiore tra i manubri mobili e le gambe in movimento. È inoltre particolarmente indicato in caso di soggetti pesanti oppure molto alti, ma anche per persone con problemi alle articolazioni. La struttura delle ellittiche front drive, infatti, è pensata per scaricare il peso in verticale sulle fasce di scorrimento, alleggerendo di conseguenza le parti mobili.

L’ellittica rear drive, invece, è particolarmente consigliata a chi volesse concentrarsi molto di più sull’allenamento dei muscoli della parte bassa del corpo. La falcata è infatti più profonda in questi modelli e consente una maggiore sollecitazione del quadricipite. Questo modello è inoltre il più indicato se si sta cercando un’ellittica di buona qualità che sia però leggermente più economica e un po’ meno ingombrante rispetto al modello con volano anteriore.

Le ellittiche diverse per sistema di frenaggio

A differenziare tra loro i modelli contribuisce anche il sistema di frenaggio di cui sono dotati.

Per esempio, puoi riconoscere le ellittiche più economiche dalla presenza di un frenaggio di tipo meccanico, molto rumoroso e che non aiuta il movimento dal punto di vista della fluidità. In questi modelli la rotazione del volano viene bloccata da nastri oppure da ingranaggi.

I modelli più fluidi e silenziosi sono invece quelli provvisti di un sistema di frenaggio magnetico, dove il volano viene bloccato da delle calamite.

Ci sono poi dei modelli di ellittica specifici per la riabilitazione, dotati di un sistema di frenaggio elettromagnetico a induzione. Questo significa che la rotazione del volano viene fermata grazie a dei freni non solo elettromagnetici, ma anche motorizzati. Questo sistema permette dunque una perfetta regolazione dell’intensità e dello sforzo fisico.

Ellittiche con sola pedalata in avanti vs ellittiche con pedalata indietro

Le ellittiche si differenziano tra loro anche per via del tipo di pedalata che ti consentono di effettuare.

Nel caso di modelli che permettano la sola pedalata in avanti, potrai allenare solo glutei, addominali e quadricipiti oltre alle braccia. Ma esistono delle ellittiche ancora più complete che, oltre a quella in avanti, consentono anche la pedalata indietro. In questo caso, potrai infatti allenare anche i muscoli posteriori della coscia.

I modelli di ellittiche sono diversi, ma tra loro c’è sicuramente quello creato su misura per le tue esigenze!

Back to top
Apri Menu
ellitticamigliore.it