Corsa o ellittica: qual è il metodo migliore?

Corsa oppure ellittica? Non è facile scegliere tra questi due diversi approcci all’attività fisica.

In questo articolo vedremo nello specifico i vantaggi e gli svantaggi di corsa ed ellittica, mettendoli poi a confronto.

Buona lettura!

Come iniziare a correre

Andare a correre è una delle abitudini più diffuse a livello sportivo grazie alla sua immediatezza: non dovrai pagare un abbonamento o acquistare degli attrezzi, bensì ti saranno sufficienti un buon paio di scarpe e un abbigliamento comodo.

Soprattutto se sei un principiante, però, dovrai stare attento a non replicare degli errori abbastanza comuni. La corsa deve infatti inserirsi gradualmente nella tua routine, senza strafare, ma raggiungendo pian piano degli obiettivi sostenibili.

Non sottovalutare mai l’importanza del riscaldamento iniziale e del defaticamento finale. Nel primo caso, infatti, preparerai i muscoli allo sforzo fisico successivo, sia esso di intensità bassa, moderata o elevata; durante il defaticamento ti concentrerai invece sullo stretching, permettendo ai tuoi muscoli di allungarsi e prevenendo così eventuali infortuni.

La corsa dovrebbe poi iniziare mantenendo un ritmo lento in grado di proteggerti da sovraccarichi e dolori muscolari. Mantieni come riferimento il primo chilometro: corri lentamente, senza affaticarti. Una volta superata questa distanza, aumenta gradualmente il ritmo, senza esagerare. È fondamentale, soprattutto all’inizio, rispettare questo ritmo così come i giorni di riposo. In questo modo allontanerai la possibilità di sviluppare problemi muscolari e soprattutto manterrai la motivazione alta.

Durante la fase di maggiore intensità della corsa, tuttavia, presta particolare attenzione alla postura: la parte alta del tuo corpo deve essere allungata e dritta, mentre glutei e addominali devono rimanere contratti; le braccia rimangono vicino al busto e il loro movimento forma un angolo di 90° rispetto al corpo; in ultimo, mantieni le spalle basse e lo sguardo sempre fisso in avanti.

Un’altra regola importante è variare. Alterna la corsa con degli esercizi mirati per migliorare la tua core stability e tonificare gambe, cosce e glutei e, in aggiunta, cambia i percorsi outdoor e le superfici sulle quali ti alleni, magari alternando parti in piano con altre in salita.

Corsa: quali sono i benefici?

Dopo il primo periodo di allenamento di questo tipo inizierai a vedere e sentirne i benefici.

Innanzitutto, noterai un miglioramento della circolazione, della capacità polmonare e del metabolismo, in aggiunta alla perdita di peso: la corsa, infatti, ti consente di bruciare i grassi anche se l’intensità rimane bassa. Rinforzerai i muscoli del cuore, abbassando il rischio di sviluppare problemi legati all’alta pressione. Inoltre, la corsa abbassa i livelli di zuccheri nel sangue e contribuisce a un aumento del cosiddetto colesterolo buono. In ultimo, prestando la giusta attenzione nei confronti dell’allenamento ed evitando di sovraccaricare il fisico, aiuterai le tue ossa ad abituarsi allo sforzo atletico e a diventare via via più forti.

Come iniziare ad allenarsi con l’ellittica

L’ellittica è un attrezzo ideale per i principianti, anche assoluti. Composto da due pedane per i piedi e da due lunghi manubri mobili per le braccia, consente un allenamento completo sia della parte superiore del corpo sia di quella inferiore.

Il movimento riproposto ricalca quello dello sci di fondo, ma la traiettoria tracciata è ellittica proprio come quella effettuata dai piedi durante la corsa.

Come sempre, quando si tratta di esercizio fisico, le raccomandazioni principali sono due: non esagerare e varia gli esercizi.

Inizialmente, effettua dei brevi allenamenti di non più di quindici minuti mantenendo l’intensità moderata. Aumenta poi la durata dell’esercizio sino a trenta/quarantacinque minuti abbassando però l’intensità; una volta che avrai raggiunto un allenamento di un’ora, alza gradualmente l’intensità modificando i parametri della resistenza e dell’inclinazione.

Il movimento di braccia e gambe è pensato per essere fluido e senza strappi, ma devi tenere sempre sotto controllo la posizione: schiena e collo dritti, spalle basse, impugnatura sui manubri non troppo bassa, nessuna inclinazione in avanti. Ricorda inoltre che gli esercizi possono essere svolti canonicamente in avanti oppure all’indietro, cambiando il senso di pedalata e sollecitando maggiormente la zona posteriore del ginocchio.

Ellittica: quali sono i benefici?

Anche nel caso dell’ellittica i primi benefici saranno visibili a seguito del primo periodo di allenamento.

Innanzitutto, la tonificazione muscolare: lavorerai glutei, addome, quadricipiti, braccia, schiena e spalle. Migliorerai poi il metabolismo aerobico, la respirazione, l’apparato cardiovascolare, la resistenza e l’equilibrio; riuscirai a perdere peso, soprattutto quando raggiungerai le intensità più elevate. In ultimo, tendini e legamenti non verranno stressati o sovraccaricati e le caviglie, la schiena e le ginocchia non subiranno lo stress da rimbalzo.

L’ellittica è un attrezzo sicuro anche per coloro che dovessero soffrire di sovrappeso e volessero iniziare un percorso di dimagrimento, tonificazione e cardio adatto alle loro esigenze.

E quindi: è meglio correre o utilizzare l’ellittica?

Dopo aver visto tutto questo, possiamo dire che un metodo di allenamento è migliore dell’altro? Sì e no. La risposta, come spessissimo accade in questi casi, dipende dalle tue condizioni fisiche e dalle tue esigenze.

Partiamo però da una discriminante che può essere dirimente: il prezzo. Le ellittiche che puoi trovare in palestra prevedono il pagamento di un abbonamento, mentre i modelli semi professionali che puoi usare a casa hanno un costo compreso tra i 600€ e i 1500€. Insomma, si tratta di un bell’investimento. Al contrario, correre è gratis. Dovrai semplicemente acquistare delle scarpe adatte. In questo caso la scelta è semplice: se non hai questo budget o se non vuoi spenderlo per un attrezzo fitness, la corsa è la soluzione giusta per te.

Ma se hai avuto una qualche lesione cronica, se soffri di tendiniti al ginocchio o se ti trovi in una situazione di sovrappeso e non vuoi rischiare problemi articolatori, allora dovresti decisamente optare per l’ellittica: questo strumento prevede infatti un movimento molto delicato, che rafforza i muscoli senza caricare sulle articolazioni.

Se però sei già a un buon livello atletico, l’ellittica potrebbe non essere abbastanza stimolante, mentre la corsa rimane un ottimo modo per superare i propri limiti.

In ultimo, il fattore noia. In questo caso la corsa e l’ellittica si equivalgono: per quanto si cerchi di variare il più possibile, si tratta di allenamenti ripetitivi e solitari. La scelta in questo caso è affidata alle tue preferenze personali: preferisci allenarti fuori casa, magari in un bel parco o rimanere comodamente dentro le mura domestiche?

Ora hai tutti gli elementi necessari per effettuare la scelta migliore. Buon allenamento!

Ellittiche professionali

Back to top
Apri Menu
ellitticamigliore.it