Perché un’ellittica si rompe? Come evitare danni, manutenzione

Acquistare un’ellittica significa avere in casa un macchinario fitness che dovrà essere curato non solo durante i periodi di utilizzo, ma anche durante i periodi di inattività.

In questo articolo ti racconteremo quali possono essere i danni subiti dalla tua ellittica nel corso degli anni e soprattutto quali operazioni di manutenzione sono necessarie a prevenirli.

Com’è costruita un’ellittica

Prima di passare a vedere quali sono i problemi più frequenti che possono interessare la tua ellittica, è fondamentale conoscere la sua struttura di base. A prescindere dal modello che poi andrai effettivamente a comprare o che hai già acquistato, le ellittiche funzionano allo stesso modo e sono costruite in modo piuttosto simile.

È un attrezzo che si sviluppa in lunghezza e che può risultare decisamente ingombrante perché, a differenza di altri dispositivi fitness dalle grandezze simili, non è pieghevole.

In ogni ellittica è presente un volano, ovvero il disco metallico che ruota su sé stesso, due pedali sui quali poggiare i piedi, due manubri per le braccia lunghi e mobili, uno o due manubri più piccoli e fissi, una console, un sistema di frenaggio e una cinghia di trasmissione che consente il movimento dei pedali e dei manubri contemporaneo e alternato.

La sistemazione del volano

Il volano è conosciuto anche con il nome di ruota d’inerzia. Abbiamo già anticipato che si tratta del disco che ruota su sé stesso e da cui dipende anche la resistenza.

A seconda dei modelli, la ruota d’inerzia può essere posta frontalmente oppure posteriormente.

Le ellittiche con volano frontale vengono chiamate front drive e prevedono una meccanica più complicata e, di conseguenza, più costosa. Questo perché una sistemazione di questo tipo garantisce un allenamento più comodo e una maggiore distanza tra i manubri e i pedali. La struttura appare più allungata e il peso viene scaricato verticalmente. Si tratta di un’ellittica ideale per le persone particolarmente alte e per chiunque voglia aumentare le proprie prestazioni effettuando allenamenti più intensi.

Le ellittiche rear drive, fornite di un volano collocato posteriormente, risultano più compatte e permettono una pedalata più profonda. La meccanica è inoltre leggermente più semplice, il che rende questi modelli più economici.

In linea generale, il funzionamento della ruota d’inerzia è garantito da un sistema di cuscinetti sia a sfera sia orbitali, disposti sulla parte frontale del volano. In questo modo il movimento sarà fluido e regolare proprio perché la presenza dei cuscinetti orbitali evita che il carico si sposti sui bracci anteriori.

La resistenza o sistema di frenaggio

La resistenza viene effettuata sul volano e può variare tra i diversi modelli.

Nelle ellittiche provviste di un sistema di frenaggio meccanico, il più economico a tua disposizione, è presente una cinghia che trattiene il volano. La resistenza può essere aumentata o diminuita modificando l’assetto dell’esercizio.

I modelli dotati di un sistema di frenaggio magnetico, hanno invece a loro disposizione dei magneti attorno al volano. Modificando il numero dei magneti presenti puoi aumentare oppure ridurre la resistenza sulla ruota.

Le pedane più costose e tecnologicamente avanzate sono invece dotate di un sistema di frenaggio elettromagnetico. Durante la pedalata si aziona un motore in grado di creare attorno alla ruota d’inerzia un campo elettromagnetico che ne determina la resistenza in base all’utilizzo e allo sprint dato al movimento.

Quali sono i problemi più comuni di un’ellittica

Le ellittiche, pur essendo degli attrezzi molto robusti e solidi, possono andare incontro a dei problemi più o meno tipici. Questi possono interessare alcune parti specifiche o l’ellittica nel suo insieme.

Uno dei problemi più tipici riguarda i bulloni, i dadi e le viti. A furia di utilizzare l’ellittica, infatti, questi elementi potrebbero allentarsi o addirittura svitarsi del tutto. Per fortuna accorgersene è molto semplice: salendo sull’ellittica, infatti, la sentiresti stranamente instabile. Scendi immediatamente e provvedi a riavvitare viti e bulloni, se possibile aggiungendovi delle rondelle di blocco.

Un altro classico problema è quello dei cigolii e degli scricchiolii. Se hai già controllato che viti e bulloni siano perfettamente avvitate prova a lubrificare le parti dalle quali senti provenire il rumore.

Se la tua ellittica dovesse essere provvista di una resistenza meccanica, potresti dover cambiare la cinghia che si occupa del frenaggio del volante. Con l’utilizzo è infatti altamente probabile che questa componente si deteriori. Lo stesso può avvenire per la cinghia di trasmissione.

Un’altra componente che potrebbe usurarsi con l’uso è l’albero in acciaio che sorregge il volano. In ultimo, anche il pannello di controllo elettrico e il display potrebbero iniziare a creare qualche piccolo problema dopo anni di utilizzo.

In questi ultimi casi, nel caso in cui tu non sia abituato a svolgere dei lavori manuali e di riparazione, rivolgiti a dei professionisti del settore oppure all’azienda produttrice dell’attrezzo per ricevere il supporto di un tecnico.

La manutenzione dell’ellittica

L’ellittica, l’abbiamo visto, è un attrezzo generalmente di grande solidità. Le rotture o gli imprevisti non avvengono frequentemente, soprattutto se stai attento alle operazioni di manutenzione e pulizia.

Così facendo, infatti, non solo l’ellittica avrà una vita più lunga e le prestazioni rimarranno elevate, ma potrai accorgerti prima di eventuali problemi, affrontandoli per tempo.

Ricorda innanzitutto che questo attrezzo è pensato per essere usato e, di conseguenza, se lasciato fermo troppo a lungo potrebbe iniziare presto a dare piccoli segni di cedimento. Nei periodi di inattività abbi cura di coprire l’ellittica con un telo, così da non lasciare che la polvere si posi in grandi quantità sugli ingranaggi interni.

La pulizia deve essere effettuata a seguito di ogni allenamento, per evitare la comparsa di qualche macchia dovuta al sudore prodotto durante il workout. Ti sarà sufficiente spolverare tutte le parti esterne dell’ellittica usando un panno umido e un detergente delicato o specifico per gli attrezzi fitness.

Se, come abbiamo visto prima, dovessi sentire dei cigolii o dei rumori prima non presenti, provvedi subito alla lubrificazione delle parti cigolanti utilizzando un lubrificante spray apposito.  Allo stesso modo, controlla e avvita i bulloni se dovessi avvertire uno sbilanciamento dell’ellittica.

È importante effettuare un controllo più approfondito una volta l’anno: assicurati che la cinghia di trasmissione e i freni funzionino regolarmente, lubrifica con cura i cuscinetti, le guarnizioni e la guida di scorrimento, verifica la stabilità dell’attrezzo e controlla i manubri e i pedali.

Seguendo queste piccole indicazioni potrai usare la tua ellittica per molti anni!

Back to top
Apri Menu
ellitticamigliore.it